Sì alla Detrazione 65% per le pompe di calore……… ma non da subito!

L’involucro edilizio
8 Luglio 2013
Il Tunnel Solare
12 Luglio 2013

Occorre sottolineare come  le agevolazione fiscali per  l’acquisto di pompe di calore, delle caldaie e dei grandi elettrodomestici non siano ancora in vigore .
Gli emendamenti approvati al Senato, infatti, rientrano nella procedura di conversione in Legge dello Stato del DL n. 63 del 4 giugno 2013 e che si dovrà perfezionare entro il prossimo 4 agosto, pena la decadenza del decreto.

il pensatore

Si ricorda che anche per queste tipologie di impianti e arredi vale la regola del pagamento con bonifico bancario. La deducibilità fiscale  dell’Ecobonus (come anche della Detrazione 50%) sarà spalmata in un arco di tempo di 10 anni. Ogni anno il contribuente potrà scalare una quota pari a un decimo della detrazione globale spettante.

soldiDunque, fino alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione che proroga al 31 dicembre 2013 la Detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e la Detrazione 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici non saranno usufruibili le agevolazioni per i grandi elettrodomestici, le pompe di calore e le caldaie perché, appunto, inizialmente escluse dal decreto.
Insomma, occhio a questo periodo di “passaggio” nel quale, chi decide di acquistare 65una pompa di calore per il rinnovamento del proprio impianto di riscaldamento o compra grandi elettrodomestici per equipaggiare il proprio appartamento ristrutturato, rischia di non godere della  della Detrazione 65%. In questi casi, meglio rimandare l’acquisto dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione e la sua successiva entrata in vigore.

Fonte EdilTecnico