La condensa interstiziale

La città è smart se sa integrare la tecnologia alla natura. Parola di Arup
10 Aprile 2014
Stati Generali dell’ Efficienza Energetica : consultazione pubblica promossa dall’ENEA
11 Aprile 2014

Realizzare una buona coibentazione, essenziale per ridurre lo spreco di energia dall’involucro edilizio (tetto, muri esterni),  significa prestare molta attenzione affinchè non si verifichi il fenomeno della condensa interstiziale.
imagesCAWQ7OID

Per condensa interstiziale si intende l’umidità che durante il periodo invernale si può accumulare all’interno della muratura e nella struttura portante dell’edificio: non è detto che l’accumulo si verifichi sempre, però è importante che la muratura sia in grado di smaltire l’umidità in eccesso durante i mesi estivi. La diffusione del vapore acqueo verso l’esterno è molto importante in quanto evita che:

la struttura portante dell’edificio col tempo si danneggi in presenza di umidità;

i materiali coibenti presenti nella muratura perdano il loro potere isolante man mano che accumulano umidità.

 imagesCAUM93HK La verifica termo-igrometrica, pertanto, è una particolare procedura di calcolo che permette di capire quali mesi invernali sono critici per l’involucro termico dal punto di vista dell’accumulo di condensa interstiziale e permette il corretto dimensionamento della stratigrafia dell’involucro edilizio al fine di evitare accumuli di umidità permanenti e deleteri sia nel caso di nuove costruzioni sia nel caso di ristrutturazioni.