Non spetta nessuna provvigione all’agente immobiliare che fa solo visionare l’appartamento

Non è dovuta la provvigione all’agente immobiliare se questi si è limitato a far visionare l’appartamento e non ha dato un contributo rilevante nella conclusione dell’affare tra venditore e acquirente. È quanto stabilito dalla Cassazione con la sentenza n. 21095 del 16.09.2013 che, in linea con il costante orientamento giurisprudenziale, ha sottolineato la necessità, ai fini della maturazione della provvigione, del nesso causale tra l’attività svolta dall’agenzia o mediatore immobiliare e la conclusione dell’affare. In altri termini, l’agente immobiliare ha diritto alla provvigione solo se ha svolto un’attività essenziale di mediazione tra domanda e offerta dell’immobile, attività senza la quale l’affare non si sarebbe mai concluso. Si ricorda che, l’affare si intende concluso quando, grazie all’attività mediatrice dell’agente, venditore e acquirente costituiscono un valido vincolo giuridico (quale è già il contratto preliminare e non necessariamente il contratto finale di compravendita). Qualora, invece, l’agente immobiliare abbia semplicemente fatto visionare limmobile agli acquirenti, ma non abbia presentato le parti o avviato le trattative, nessuna provvigione gli è dovuta.

Fonte: la legge per tutti

Non spetta nessuna provvigione all’agente immobiliare che fa solo visionare l’appartamento

Comments (0)