Sistemi passivi per il guadagno termico solare negli edifici (a guadagno isolato)

I  sistemi solari passivi detti “a guadagno isolato” si distinguono in:

D:tesi di laurea - S.basilioTesiTecn-bioTECN-BIOTDS13A Mode A. Sistemi a camino solare con accumulo a solaio (sistemi “Barra-Costantini”)

 Definizione

E’ un sistema che prevede la captazione dell’energia solare tramite apposite superfici vetrate anteposte alle pareti di chiusura esterna ed il suo assorbimento da parte di uno specifico elemento metallico collocato tra vetrata e parete che, trasmettendo il calore all’aria circostante, innesca un funzionamento del sistema a “camino solare”.

Caratteristiche Costitutive e di Funzionamento

o Il sistema consta in una sorta di collettore ad aria realizzato a ridosso della parete esterna dell’edificio maggiormente esposta al soleggiamento.

o La radiazione solare captata viene assorbita da un elemento assorbitore (una lastra metallica leggera e scura) che la converte in energia termica.
sole-e-traliccio[1]

o All’interno dello spazio vetro-parete verticale si generano temperature relativamente elevate in conseguenza dell’effetto serra e dell’alta temperatura alla quale si porta l’elemento metallico assorbitore che cede calore all’aria ad esso circostante per convezione ed irraggiamento.

o L’aria riscaldata si muove verso l’alto innescando un meccanismo convettivo naturale per il quale entra in ambiente aria calda tramite apposite aperture a soffitto e viene richiamata nel “collettore”, mediante aperture collocate in basso, l’aria più fredda presente nello spazio abitato.

o Appositi canali di distribuzione integrati nei solai permettono all’aria riscaldata di cedere calore al solaio, che funziona da massa di accumulo, nonché di immettere calore direttamente negli ambienti. imagesCAU9EPUH

B. Sistemi a camino solare con accumulo in pareti termiche interne  

Definizione

E’ un sistema che prevede la captazione dell’energia solare tramite le superfici vetrate di collettori ad aria anteposti alle pareti di chiusura esterna e generanti flussi di aria calda che si immettono in parte direttamente in ambiente ed in parte vanno a determinare un accumulo di calore all’interno di masse termiche realizzate in pareti di partizione interna.

Caratteristiche Costitutive e di Funzionamento  image002[1]

o Il sistema prevede un “collettore ad aria” applicato alla parete esterna dell’edificio maggiormente esposta alla radiazione solare giornaliera.

o L’aria calda all’interno del collettore solare si immette in apposite canalizzazioni realizzate nel solaio o a controsoffitto (analogamente a quanto avviene nei sistemi a camino solare con accumulo a solaio, con la sostanziale differenza che in questo caso l’aria calda che percorre le canalizzazioni orizzontali non va a determinare accumulo termico nel solaio).

o Parte dei flussi di aria calda viene immessa dalle canalizzazioni direttamente negli ambienti interni, fornendo immediatamente calore, e parte viene fatta circolare in pareti interne dotate di massa termica ed isolate all’esterno, ai fini di realizzare un accumulo termico in grado di fornire calore al cessare del contributo solare.

C.Sistemi a doppio involucro

Definizione

E’ un sistema basato su un doppio involucro: uno interno che definisce lo spazio abitato ed uno esterno che contiene interamente il primo e funziona da collettore solare, captando la radiazione solare attraverso le sue superfici vetrate e determinando la possibilità, da parte dei flussi di aria calda generati, di circolare attorno all’involucro interno, inducendo un accumulo termico nelle sue strutture e/o entrando direttamente in ambiente.

Nelle operazioni di recupero edilizio può essere attuato lasciando l’involucro preesistente e costruendo un seconda “pelle” esterna a questo o nuove pareti e strutture di chiusura realizzate al suo interno.  yyyyy[1]

Caratteristiche Costitutive e di Funzionamento

o Il sistema prevede un “doppio involucro”, o più semplicemente, la realizzazione di intercapedini continue nelle strutture di partizione orizzontali e verticali, a definire uno spazio interstiziale usato come collettore solare.
sun[1]

o I flussi di aria calda che si generano nel collettore circolando nelle intercapedini vanno a determinare un accumulo nelle strutture che definiscono l’involucro interno e/o in masse termiche opportunamente predisposte.  

o Il calore viene trasmesso all’interno dello spazio abitato per irraggiamento dalle strutture che definiscono l’involucro interno e per immissione diretta dei flussi di aria calda negli ambienti.

Sistemi passivi per il guadagno termico solare negli edifici (a guadagno isolato)

Comments (0)