Le Top 10 per il risparmio energetico

Le 10 regole per il risparmio energetico:

1)     Riduci le tue emissioni di CO2 e dai un taglio alla bolletta sfruttando al massimo la luce naturale. imagesCA9B583UScegli preferibilmente muri e soffitti chiari e posiziona captatori di luce naturale negli ambienti privi di finestre.

2) Involucro edilizio efficiente. Realizzare un involucro edilizio capace di garantire il comfort termico e igrometrico degli spazi (con del buon isolante, ad esempio) permette 2 involucrodi ridurre sensibilmente (più della tipologia degli impianti) il consumo di energia sia per il riscaldamento invernale sia per il raffrescamento estivo.

3) Preferisci l’illuminazione a LED. Con una vita media di 100.000 ore, le lampadine a LED3 LED illumineranno la tua casa per decine di anni senza produrre scorie e senza inquinare!

4) Fare la doccia anzichè il bagno. Una doccia può richiedere fino a 4 volte meno energia.doccia[1] Per risparmiare ancora di più è bene evitare le docce a getto potente e utilizzare un getto dolce, che offre lo stesso comfort a un prezzo inferiore. Senza considerare la notevole quantità di acqua risparmiata.

5) Passare all’elettricità verde aiuta a rafforzare le fonti di energia rinnovabile. Attualmente, solo il 14% dell’elettricità in Europa proviene da fonti di energia rinnovabili a ridotto impatto climatico quali il vento, l’energia idrica, il legno, il biogas, l’energia solare, ecc. – ma è la domanda che crea l’offerta!

6) È bene regolare il termostato (in inverno) sui 18°-20°C considerando che ogni grado in più aumenta del 7% i consumi di combustibile. Ancora, per scaldarsi e rinfrescarsi meglio, è opportuno controllare le dispersioni, inserendo, se è il caso, degli elementi isolanti nei cassonetti delle tapparelle e/o dei pannelli refrattari dietro caloriferi (perché il calore che va verso i muri esterni è sprecato). Le valvole termostatiche nei termosifoni, poi, permettono di scaldare solo dove e quando necessario. Nel caso di condomini con riscaldamento centralizzato, si può dotare ogni appartamento di un conta calorie, in modo da gestire separatamente i consumi e da agire risparmiando sulla propria abitazione.

7) Chiudere il rubinetto. Potrebbe sembrare una banalità, ma chiudendo il rubinetto mentre vi lavate i denti potrete risparmiare diversi litri d’acqua. Un rubinetto che perde una goccia può riempire un vasca da bagno in un mese. E’ il caso di assicurarsi che sia chiuso bene. L’applicazione del frangiflutto al rubinetto, inoltre, arricchendo d’aria il getto d’acqua, consente ad una famiglia di tre persone di risparmiare fino a seimila litri di acqua l’anno.

8) Spegni il computer quando ti assenti dall’ufficio per riunioni lunghe o a ora di pranzo. In questo modo puoi tagliare i tuoi consumi quotidiani fino al 20%.comuputer Anche se non sei tu a pagare la bolletta, pensa all’ambiente!

9) L’acqua dolce scarseggia. Il 97,5% dell’acqua presente sulla Terra è salata. Del restante 2,5%, oltre i due terzi sono congelati nei ghiacciai e nelle calotte polari. La rimanente acqua dolce non congelata si trova principalmente nelle falde, e soltanto una minima parte nei fiumi, nei laghi o nell’atmosfera. FOCE[1]L’acqua è una risorsa preziosa, usala responsabilmente e non sprecarla! Diventa importantissimo il recupero ed il riutilizzo dell’acqua piovana.

10) Il sole può tranquillamente regalarci il 70-75% dell’acqua calda che tutti i giorni utilizziamo per lavarci le mani, per fare la doccia, ecc. I sistemi solari termici, in particolare, permettono di scaldare l’acqua destinata ad uso sanitario ed in molti casi anche quella usata per il riscaldamento degli ambienti, in maniera pulita ed economica. Si limita così l’uso del generatore di calore, quale la caldaia o la pompa di calore, con relativo risparmio di combustibile o energia elettrica e si riducono, al tempo stesso, l’impatto ambientale degli edifici e le bollette.

Le Top 10 per il risparmio energetico

Comments (0)