La Biopiscina

La biopscina rappresenta ’evoluzione della piscina tradizionale rivista in chiave naturale ed ecologica. La novità viene dal Nord Europa, dove l’uso della  biopiscina si  sta  rapidamente diffondendo. L’innovazione sta nel trattamento delle acque non più legato all’utilizzo di cloro, ozono o altri agenti chimici ma che provvede alla propria pulizia attraverso la fitodepurazione.
La biopiscina è un corpo d’acqua impermeabilizzato verso il suolo e non disinfettato chimicamente, costruito per la balneazione. La costante qualità del acqua balneabile è garantita esclusivamente attraverso un trattamento prevalentemente biologico.

Si tratta di “un processo naturale di depurazione delle acque reflue, che utilizza le piante acquatiche come filtri biologici per ridurre le sostanze inquinanti presenti nel corpo idrico, in azione sinergica con “i batteri nitrificanti” ( batteri che trasformano l’azoto organico, contenuto nei rifiuti e nei resti di vegetali e anche animali, in nitriti e nitrati, sostanze inorganiche formate da azoto e ossigeno, che le piante possono nuovamente utilizzare).

Si utilizzano piante di ambienti paludosi, che vivono sulle sponde dei bacini acquatici di acqua dolce, perfette pompe di ossigeno che svolgono la loro attività fitodepurativa in azione sinergica coi batteri nitrificanti, purificando le acque inquinate.images[1]

La bio-piscina si distingue dalla piscina tradizionale oltre che per  la totale assenza di prodotti e/o trattamenti chimici per i processi di depurazione anche per  la permanenza costante dell’acqua nel invaso, senza copertura o svuotamento invernale, con un notevole risparmio di energia elettrica e una riduzione al minimo del consumo e dello spreco di acqua potabile (è possibile l’uso di pompe solari).  Con la bio-piscina, inoltre, si ha la possibilità di ottenere un’ambientazione è estremamente versatile, adattabile a qualsiasi ambiente, dal più architettonico a quello più naturale, incluso aree vincolate sotto l’aspetto paesaggistico e/o idrogeologico.

images[10]Oltre alla balneazione, la biopiscina costituisce anche un paesaggio acquatico da ammirare, un posto di sosta e di meditazione nel giardino, l’arricchimento di spazio vitale per flora e fauna autoctone, In ultimo contribuisce anche a migliorare il microclima del luogo.

Dal punto di vista economico l’installazione e la manutenzione della biopiscina richiedono cifre inferiori rispetto alle vasche tradizionali,  permetteno un risparmio in termini di costi di prodotti chimici e , evitando lo svuotamento della vasca nei periodi invernali, consentono  il riciclaggio  dell’acqua  con un conseguente risparmio idrico.

La Biopiscina

Comments (0)