Incentivi alle imprese del sud per interventi di efficientamento energetico

Si apre il 29/04/2014 lo sportello per la presentazione delle domande di incentivi per la realizzazione di programmi integrati d’investimento finalizzati alla riduzione e razionalizzazione dell’uso dell’energia primaria utilizzata nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi, in favore delle imprese localizzate in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
Per gli incentivi in oggetto sono state stanziate risorse per un totale di 100 milioni di Euro dal D. Min. Sviluppo Econ. 05/12/2013.

La domanda di agevolazioni deve dunque essere presentata a partire dalle ore 10.00 del 29/04/2014, firmata digitalmente, tramite l’apposita procedura informatica.

Si segnala in particolare che tra i documenti che occorre presentare sono inclusi:

  • relazione tecnica del programma di investimento redatta da un tecnico qualificato nella forma di perizia giurata;
  • computo metrico estimativo delle opere murarie ed assimilate redatto da un tecnico abilitato;
  • documentazione comprovante la disponibilità dell’immobile o degli immobili presenti all’interno dell’unità produttiva interessata dal programma di investimento proposto.

Le richieste di erogazione dovranno essere presentate improrogabilmente entro il 30/06/2015.

Gli interventi che possono essere oggetto di agevolazione, che dovranno consentire il conseguimento di un risparmio energetico pari ad almeno il 10% rispetto ai consumi di energia primaria come certificato da apposita perizia giurata a firma di un tecnico abilitato, sono i seguenti:

  • isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche (es. rivestimenti, pavimentazioni, infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi);
  • razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (es. building automation, motori a basso consumo, rifasamento elettrico dei motori, installazione di inverter, sistemi per la gestione ed il monitoraggio dei consumi energetici);
  • installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi;
  • installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento, ovvero per il recupero del calore di processo da forni e/o impianti che producono calore, o che prevedano il riutilizzo di altre forme di energia recuperabile in processi ed impianti che utilizzano fonti fossili nei limiti stabiliti nell’allegato n. 1.
Incentivi alle imprese del sud per interventi di efficientamento energetico

Comments (0)