Il consumo e l’ impermeabilizzazione dei suoli

L’incremento dell’urbanizzazione e delle nuove infrastrutture ed il cambiamento d’uso del suolo sono, spesso, il frutto di strategie di pianificazione territoriale che non hanno tenuto conto degli effetti ambientali ad essi collegati. Disagi provocati dall'esondazione del fiume Bacchiglione

L’impatto diretto di tali cambiamenti a favore di aree artificiali, consiste nella distruzione o alterazione irreversibile dei suoli. Questo fenomeno noto con il termine impermeabilizzazione dei suoli o soil seailing, comporta la separazione tra il suolo e gli altri componenti dell’ecosistema.

L’impatto sul flusso delle acque è notevole: l’impermeabilizzazione riduce la capacità filtrante del terreno aumentando lo scorrimento superficiale delle acque e favorendo la contaminazione da parte di sostanze chimiche.
alluvione-vicenza[1] Questo causa problemi di controllo nel caso di piogge intense, che vengono incanalate quasi al 100% nelle condotte fognarie, con conseguente sovraccarico delle stesse, ed allo stesso tempo, viene impedita la capacità di ricarica delle falde acquifere, con conseguente impoverimento della falda. Senza considerare gli impatti sulle funzioni ecologiche del suolo.

Nel centro delle grandi città, inoltre, la presenza di superfici impermeabili, insieme all’uso di determinati materiali, determina un assorbimento di almeno il 10 % in più dell’energia solare rispetto ad una corrispondente area coperta da vegetazione.untitled Le città diventano delle isole di calore in cui si possono verificare fenomeni metereologici atipici come la maggiore frequenza di temporali.

Il consumo e l’ impermeabilizzazione dei suoli

Comments (0)