Bonus mobili anche per gli hotel

IMG_9657[1]

Bonus mobili anche per gli hotel: una quota del credito d’imposta del 30%,fino ad un massimo di 200.000 euro, riconosciuto agli hotel e alle altre strutture turistiche per le spese di ristrutturazione edilizia, potrà essere utilizzata per l’ammodernamento degli arredi. In pratica un Bonus Mobili analogo a quello vigente per i privati. Gli hotel potranno utilizzare per i mobili il 10%del limite massimo complessivo di spesa.Le-citizen[1] Il credito d’imposta è riservato agli alberghi esistenti al 1° gennaio 2012 e sarà fruibile fino al 2016, in tre rate annuali. E’ previsto uno stanziamento di  20 milioni di euro per l’anno 2015, e 50 milioni di euro per gli anni dal 2016 al 2019. Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del Dl 83/2014, saranno stabilite le tipologie di strutture ricettive e gli interventi ammessi al beneficio, le procedure per accedervi e le soglie massime di spesa. images[3] Sarà poi rivista la classificazione delle strutture alberghiere per adeguarle a quelle adottate a livello europeo ed internazionale. La nuova classificazione premierà l’accessibilità e l’efficienza energetica delle strutture. images[7] Saranno anche   disciplinati i condhotel (hotel a proprietà frazionata, dove i singoli proprietari hanno un contratto di management con il gestore) e gli alberghi diffusi (alberghi formati da più edifici vicini fra loro, solitamente case esistenti, con gestione unitaria e in grado di fornire servizi di standard alberghiero).

Fonte: Edilportale.com

Bonus mobili anche per gli hotel

Comments (0)