Bonus ristrutturazione edilizia: agevolazioni fiscali anche sull’acquisto dei mobili

Le agevolazioni fiscali sulle spese di ristrutturazione edilizia sono state prorogate ed estese anche all’acquisto di mobili.

Dal 06 giugno 2013  sono entrate in vigore alcune importanti novità relative alle agevolazioni fiscali in materia di ristrutturazione edilizia [1].Sono state prorogate fino al 31.12.2013 le detrazioni IRPEF del 50% per spese di  ristrutturazione edilizia, fino ad un ammontare complessivo di 96.000 euro.La proroga è stata estesa anche all’acquisto di mobili fino a un massimo di 10.000 euro: entro tale somma, è detraibile il 50% in 10 anni [2]. Questo ulteriore bonus sarà concesso solo in caso di ristrutturazione e a patto che gli arredi acquistati siano utilizzati nell’immobile sottoposto ai lavori.  Per ottenere le suddette detrazioni, è necessario produrre le fatture di acquisto e la ricevuta di pagamento dei mobili, da effettuarsi tramite bonifico bancario o postale.La definizione “acquisto di mobili” utilizzata nel decreto è generica, ma appare chiaro che non tutti gli arredi potranno essere defalcati secondo le modalità descritte. Se è pacifica l’esclusione di televisori, stereo e computer, non altrettanto chiara risulta la sorte di altri elettrodomestici, soprattutto quelli da incasso, come forno o frigorifero.Le detrazioni riguarderanno anche gli interventi di ristrutturazione relativi all’adozione dimisure antisismiche, nonché all’esecuzione di opere per la messa in sicurezzadelle parti strutturali degli edifici [3].

[1] D.l. n. 63 del 4.06.2013.

[2]Art. 16, d.l. n. 63 del 4.06.2013.

[3] In base a quanto già previsto dall’art. 16 bis, c. 1, lett. i) del T.U. delle imposte sui redditi.

Fonte: sito La legge per tutti.

Bonus ristrutturazione edilizia: agevolazioni fiscali anche sull’acquisto dei mobili

Comments (0)